Un pensiero su “Francesco Sgrò

  1. …mi riportate indietro nel tempo, quando da bambina restavo incantata e rapita dal suono delle zampogne che, nel periodo natalizio, echeggiavano in tutte le strade di Roma.
    Gli zampongari, per lo più abruzzesi e ciociari, giravano instancabili, raggiungendo anche le più nascoste viuzze della città, regalando magiche atmosfere.
    Grazie a tutti voi che contribuite alla salvaguardia ed alla valorizzazione di questa arte e dei nostri ricordi più dolci.
    Marisa

Lascia un commento